The China Study: il salvavita

martedì 7 giugno 2011

Antibiotici addio!

La scoperta.
Pur non essendo molto d'accordo nell'adozione degli integratori alimentari, questo piccolo miracolo della natura non dovrebbe mai mancare nelle nostre case. Mi riferisco all'estratto dei semi di pompelmo (Grapefruit Seed Extract - GSE), il più potente antimicrobico naturale esistente al mondo.
Lo incontrai la prima volta seguendo un protocollo per la risoluzione delle intolleranze alimentari, ma ben presto, studiandone le caratteristiche e le applicazioni, mi accorsi che era ben più di un semplice integratore. Infatti il GSE (nome commerciale con il quale lo si trova in farmacia) è estremamente potente nel trattare, per esempio, la Candida Albicans, funghi della pelle, muffe, ecc...
La storia.
La storia di questo piccolo miracolo risale ai primi anni '60 in cui il dottor Jacob Harich di origini jugoslave (ginecologo e immunologo) mentre si gusta il suo pompelmo mastica innavertitamente un seme ... Quel sapore amaro, che di sicuro conosciamo tutti, al Dr Jacob ha ispirato una semplice domanda: "Perché è così amaro?". Secondo me la vera genialità sta nel farsi domande che le persone comuni non si fanno. Comunque sia, il dottore inizia una ricerca per trovare risposta a tale domanda, si trasferisce in Florida (la patria dei pompelmi) e li presto si imbatte nelle meravigliose proprietà dei semi di pompelmo. Ovviamente la FDA lo ostracizza inizialmente le sue scoperte, ma poi ne conferma l'efficacia e l'innocuità.
Le proprietà.
Si esatto, è talmente innocuo che è stato scientificamente provato che per avere il 50% di possibilità di intossicazione si dovrebbe superare di 4000 volte la dose massima giornaliera consigliata per due settimane consecutive.
E l'efficacia? Beh, qui sta il vero miracolo. Nelle tabelle che seguono vediamo come il GSE sia un antibatterico con uno spettro (raggio d'azione) ampissimo, ma la cosa che lascia davvero stupiti è la sua selettività. Contrasta i "cattivi" ma lascia stare i "buoni", quindi la flora batterica ed il nostro sistema immunitario ne viene intaccato solo minimamente. Altro che antibiotici dei miei stivali! Un antibiotico devasta letteralmente le difese immunitarie oltre che la flora batterica, per non parlare di fegato e reni. Non esiste antibiotico di sintesi che superi per efficacia e innocuità il GSE.
Ma veniamo ai dati scientifici. Dal testo Intolleranze alimentari - Le recenti scoperte e la soluzione definitiva riporto queste prime due tabelle che elencano in modo non esaustivo i batteri contro cui è stata dimostrata l'efficacia dell'estratto dei semi di pompelmo:
Già questo è un elenco notevole, pensando poi all'innocuità del rimedio è più che incredibile. Ma proseguiamo con i dati di efficacia tratti dal libro Le incredibili proprietà terapeutiche dei semi di pompelmo:
Come potete notare, il terzo battere dell'elenco è l'Escherichia Coli (E-Coli), contro il quale l'efficacie del GSE è stata dimostrata con dosi minime. Quindi lavare bene la verdura con acqua e GSE, disinfetta meglio dell'amuchina (simile alla candeggina).
dove MIC significa Minimun Inhibitory Concentration, cioè la quantità minima di una sostanza richiesta per inibire la crescita di un microbo in condizioni di laboratorio. In particolare un numero basso come 3 ppm indica una elevata efficacia dell'antimicrobico. Un MIC di 2000 indica una parte di antimicrobico su 500 di soluzione, un MIC di 20.000 parti per milione (1 parte su 50) indica un'efficacia di gran lunga minore. Ma MIC non è la capacità di ucciderne un microbo, piuttosto quella di inibire la proliferazione, che però in applicazioni cliniche indica anche la capacità di eliminazione dello stesso.
Ma come agisce?
Come molte scoperte empiriche il meccanismo di funzionamento non risultò subito chiaro (accadde così anche con l'aspirina, per esempio). Ma l'interesse e la diffusione di questo rimedio ha permesso utilmamente di arrivare ad ipotesi molto interessanti, come quella del dott. Sung-Hwan della Abcom Chemie Co. Ltd., che dichiara: "Considerando tutti i micrografi elettronici, riteniamo che l'assorbimento microbico del GSE altera la membrana cellulare (l'involucro che avviluppa le cellule viventi) inibendo le attività enzimatiche... E' possibile vedere la perdita della membrana citoplasmatica."
E' chiaro, non siamo ancora convinti, allora qualche risultato terapeutico dirimerà gli ultimi dubbi:
da notare che i primi due in elenco sono parte della nostra flora batterica, il loro numero diminuisce, ma l'ordine di grandezza (x10 alla 4^) resta invariato, mentre per gli altri ne diminuisce l'ordine di grandezza. A dimostrazione della selettività del GSE. Incredibile ma vero.
La mia esperienza.
Nella mia esperienza ho testato l'efficacia del GSE sulla candidosi femminile, su funghi della pelle, sulla muffa dei muri, sui batteri dei barattoli chiusi (quelli che danno cattivo odore), ecc. In particolare ho sperimentato più e più volte con vari soggetti l'efficacia sulla candidosi femminle risolvendola in pochi giorni (2 o 3) anche cronica agendo in questo modo: 30 gocce in un bicchiere d'acqua 30 min prima dei pasti (3 volte al dì), lavaggi locali con 10-15 gocce disciolte nell'acqua del bidè. Per aiutare maggiormente il sistema immunitario, si può assumere un estratto di echinacea. Se si vogliono assumere anche fermeti lattici, è necessario tenerli lontani dal GSE, quindi al mattino si prendono i fermenti, ma non il GSE.

Tutte le informazioni qui riportate e lette sono ovviamente da ritenersi SOLO indicazioni informative e NON sono da considerarsi indicazioni terapeutiche. Tali informazioni richiedono comunque un consulto dal vostro medico di fiducia prima di essere applicate.

Bene, spero che queste informazioni le abbiate trovate interessanti e soprattutto utili per il vostro benessere.
Per ora vi saluto e vi aspetto al prossimo post.

PS. In estremis aggiungo una risorsa  online interessante. Ciao.

7 commenti:

  1. http://www.denvernaturopathic.com/news/GSE.html
    http://en.wikipedia.org/wiki/Grapefruit_seed_extract

    RispondiElimina
  2. Ho dato un'occhiata ai due articoli in inglese sottoposti (le fonti sono attendibili?) che imputano all'uso di sostanze chimiche nella coltivazione dei pompelmi la capacità antimicrobica citata dei semi di pompelmo. Allora pongo due questioni a chi non si è posto il minimo dubbio: allora esiste un coctail chimico di sintesi che ha le proprietà fantastiche che imputiamo ai semi di pompelmo? Perché questo coctail non ce lo vendono per risolvere i nostri problemi? Come mai i semi di pompelmo hanno queste fantastiche proprietà "ereditate" dai diserbanti chimici e i semi di altri frutti questa "eredità" non ce l'hanno? Quindi arrivo alla conclusione dicendo: Non è che tali informazioni sono "inoculate" da chi cerca di difendere i prodotti di sintesi delle farmaceutiche screditando i prodotti naturali? Io personalmente ne ho testato l'efficacia su di me e su altre persone. Chi non ha provato, e pregato prima di informarsi, di verificare personalmente e poi di giudicare. Buon test a tutti!

    RispondiElimina
  3. Condivido le tue perplessità su quelle ricerche, anch'io mi sono posto le stesse domande; tuttavia converrai che orientarsi con ciò che è scritto in internet è davvero arduo: detrattori e sostenitori utilizzano argomentazioni convincenti (almeno all'apparenza). Anche esperti autorevoli ( come io considero i professionisti del sito Eurosalus), fanno prudentemente appello alle ricerche che ascrivono le proprietà dei semi di pompelmo ai prodotti chimici di sintesi.... una vera Babele (che tralaltro ho incontrato anche a proposito della Stevia, dell'Aloe Vera...). Nel mio piccolo sto sperimentando un prodotto in crema per l'acne: sono soltanto pochi giorni però già è evidente un sensibile miglioramento. Vorrei utilizzare il GSE per curare le intolleranze alimentari ma ti confesso che ho qualche perplessità nell'assumere per via orale il prodotto per qualche mese (e ciò, non lo nascondo, proprio a causa della "letteratura avversa"). Vorrei sottoporre alla tua attenzione un articolo abbastanza recente, apparentemente ragionevole e corredato da bibliografia scientifica: ti sarei grato se potessi esprimere il tuo parere al riguardo. Cordialmente, Vincenzo http://www.my-personaltrainer.it/integratori/semi-di-pompelmo.html

    RispondiElimina
  4. Vincenzo, ciao. Leggo con piacere il tuo commento. La prima domanda che mi pongo è: ma se c'è "frode" (commerciale e medica) perchè l'integratore è ancora in commercio ed una intera azienda è ancora in piedi, la quale basa tutti i suoi prodotti sul GSE? Non è che la ricerca tanto citata del pubmed è "falsa" (o falsata) e che invece è stato dimostrato il contrario, scagionando il prodotto? Con una opportunità del genere, possibile che nessuno li abbia "denunciati-condannati-massacrati"? Il dubbio ci deve venire! Ok. In generale gli integratori non vanno bene, meglio sempre il frutto fresco, chiaro. Infatti io bevo il succo di pompelmo e mastico, con parsimonia, i suoi semi (sono amarissimi!). Però attenzione. Io parlo per esperienza diretta. Mi piace sperimentare, ed anche in questo caso l'ho fatto in prima persona. L'ho verificato su di me per le intolleranze alimentari (punto di inizio per il mio cambiamento di stile di vita e di salute)adottando "GSE, intolerance KIT" secondo il protocollo del dr Targhetta (vedi libro sopra indicato). Poi familiari con candida, risolta in scioltezza senza debilitare il sistema immunitario mi hanno confermato ulteriormente l'efficacia (infatti non è più tornata). Ma la cosa più straordinaria è quando l'ho provato sui muri con la muffa (diluizione 10 gocce/200ml) e non solo l'ha eliminata, ma non è mai più tornata.

    In generale se cerchi info su rimedi di estrazione naturale troverai sempre dei DUPES (http://www.disinformazione.it/mondo_imbecilli.htm) che gli danno contro o promuovono rimedi "Hi-Tec".

    Nel caso specifico delle intolleranze, però, leggiti prima bene il libro di Targhetta (se non lo hai già fatto). Gli ingredienti del GSE sono tutti naturali (o almeno così sono dichiarati). A presto e grazie.

    RispondiElimina
  5. Ciao, trovo il post estremamente interessante e non mancherò di girarlo a un paio di amici cui sono certo interesserà almeno quanto a me.
    Grazie! : )

    RispondiElimina
  6. Ciao Discepolo,
    navigando nel web siamo fortunatamente incappati nelle pagine del tuo blog!
    Leggiamo con piacere ciò che scrivi, sia riguardo la tua esperienza positiva con l’Estratto di semi di Pompelmo sia per quanto riguarda la faccenda degli estratti di semi di pompelmo contaminati da composti chimici tossici.
    È vero, nel web circolano notizie, moltissime informazioni, pubblicate da diverse persone, supportate da numerosi studi scientifici…risulta quindi molto difficile filtrarle, capire chi è in buona fede e chi non lo è, capire a chi affidare maggiore credibilità!
    A chi consulta i diversi siti e si documenta spetta la parte più dura: fare propria l’informazione più attendibile!
    Ma per fortuna poi si trovano blog come il tuo in cui, leggendo esperienze dirette e valide argomentazioni non si può far altro che fidarsi!
    [continua]

    RispondiElimina

Ti prego di non essere offensivo e di usare un linguaggio moderato. Non è consentito pubblicizzare prodotti o ditte specifiche. Se il tuo commento non rispetterà tali richieste, perdonami ma sarò costretto ad eliminarlo. Grazie.