The China Study: il salvavita

mercoledì 15 ottobre 2014

Dimagrire è la conseguenza dello star bene

Ciao Cari amici, questo post anticipa quello che voglio scrivere e previsto per l'inizio del prossimo mese. Il motivo è che ho ricevuto una richiesta di aiuto, tramite blog, troppo interessante da non condividerla in prima pagina con tutti. Iniziamo quindi a riportarla di seguito, lasciandola nell'anonimato:

Ciao, mi chiamo S. e per caso sono arrivato qui, trovando questo blog davvero interessante.Ho 44 anni e dopo anni di cattiva digestione (e cattiva alimentazione), gonfiore e senso di malessere, andando comunque regolarmente in bagno, nel mese di maggio il mio medico omeopata mi ha suggerito un primo ciclo di tre clisteri, trovandomi l'intestino tenue completamento intasato, irritato e gonfio.Nella sacca ho introdotto una bustina di camomilla e un cucchiaio di bicarbonato di sodio e inoltre ho iniziato una dieta togliendo latticini, farinacei e alimenti che contenessero glutine.Da subito ne ho avuto giovamento e in pochi mesi ho perso 9 kg, tutti all'altezza della pancia. e oltre al mio intestino, anche il mio umore ne ha avuto giovamento.Questa settimana il medico, che ha escluso celiachia o intolleranza al glutine, mi ha proposto un secondo ciclo analogo, per andare ancora più in profondità nella pulizia.Bene, dopo avere fatto i clisteri tra domenica e giovedì, sono stato quasi travolto da un malessere generale, non solo alla pancia ma soprattutto la mente, procurandomi angoscia, con pensieri e sensazioni molto negative. e questo si accentua se mangio qualcosa, dove l'inizio della digestione diventa una vera via crucis.Ed è l'aspetto emotivo che più mi sta "spiazzando", come se togliere "strati" nella pancia, abbia fatto esplodere emozioni antiche che giacevano da tempo.Sto diventando scemo o è normale e fa parte del processo?Nel caso, cosa mi consigli per gestire al meglio questa situazione che mi sta procurando parecchi disagi?Grazie, ciao.

Adesso andiamo con ordine
Intanto grazie degli apprezzamenti, sempre graditi che mi dicono che sono sulla strada giusta. Anche se qualche critica costruttiva non sarebbe male ogni tanto... perché permette di crescere.

I clisteri

"il mio medico omeopata mi ha suggerito un primo ciclo di tre clisteri, trovandomi l'intestino tenue completamento intasato, irritato e gonfio"

la prima domanda che mi faccio è perché fare dei clisteri che vanno a pulire l'intestino crasso (cioè l'ultima parte dell'intestino) quando la parte in difficoltà è il tenue (cioè la prima parte)?
Da un punto di vista meccanico non c'è alcun vantaggio nel farlo, da un punto di vista di mucosa, disinfiammando la mucosa del crasso, si allevia anche l'infiammazione del tenue in quanto parte dello stesso tessuto.

Non è la caloria a far ingrassare, ma la TOSSINA

"ho iniziato una dieta togliendo latticini, farinacei e alimenti che contenessero glutine.Da subito ne ho avuto giovamento e in pochi mesi ho perso 9 kg, tutti all'altezza della pancia."

ooh finalmente qualcuno che ha dimostrato (oltre al sottoscritto e altre mille persone) che per dimagrire fare diete non serve a niente! bisogna eliminare i cibi tossina! quali sono questi cibi?... facilissimo: latte, latticini, lattosio e derivati + tutti i cibi contenenti glutine. Le proteine animali sarebbero comunque da eliminare. Questo ha portato S a perdere in pochi mesi ben 9 chili tutti sulla pancia!!!
Esatto! già, perché se mi si gonfia una caviglia diciamo che c'è qualcosa che non va alla caviglia, se mi si gonfia un ginocchio, qualcosa non va al ginocchio, se si gonfia la pancia... è tutto normale! Eccerto. Il linguaggio del corpo è semplice e diretto, solo che vediamo solo quello che vogliamo vedere, e non quello che c'è!
Comunque bravo S, ottimo risultato.
Tutto migliora, intestino umore, energia, insomma tutto ok. Ma poi...

Questione di energie secondo la MTC

"dopo avere fatto i clisteri tra domenica e giovedì, sono stato quasi travolto da un malessere generale, non solo alla pancia ma soprattutto la mente, procurandomi angoscia, con pensieri e sensazioni molto negative. e questo si accentua se mangio qualcosa, dove l'inizio della digestione diventa una vera via crucis"

Qui arriva il cuore della questione. Togliendo i cibi velenosi per il suo organismo, sono state liberate le tossine fisiche ed emotive, che circolando liberamente hanno cambiato l'umore. Ma tutto inizia ocn il secondo ciclo di clisteri. Qualcosa è andato in crisi.
Qui abbiamo uno stato di Angoscia. Definiamola come preoccupazione e paura mescolate che si amplificano.
Quindi vediamo che la preoccupazione è legata alla loggia della Terra, ed in particolare alla funzione energetica della Milza: l'elaborazione di cibo ed informazioni. Quando si è in deficit di Qi di Milza, si hanno gonfiori addominali, difficoltà digestive, ritenzione idrica, depressione del sistema immunitario.
La paura invece è legata alla loggia dell'Acqua ed alla funzione dell'energia dei Reni (surrenali),  e subentra quando il Qi di Rene è in deficit, cioè uno stato di debolezza. Di solito accade per stress prolungato, superlavoro, grandi sforzi di volontà o fortissime emozioni e momenti di tensione o eccitazione.
Inoltre il Qi di Reni alimenta il Qi di Milza.

La situazione di S quindi rispecchia abbastanza bene tutto questo. Modificare l'alimentazione standard per una completamente diversa è uno stress enorme soprattutto di volontà (forza dei Reni), sommata ad una moderata paura per la salute. Inoltre abbiamo già una debolezza di Milza prolungata, visti i sintomi riportai prima del trattamento, ma che modificando l'alimentazione sono migliorati, ma poi hanno avuto un tracollo.

Come risolvere?
per la parte emotiva ti suggerisco l'applicazione della tecnica di EFT, la quale si basa su principi di MTC e ha lo scopo di riequilibrare il livello energetico dei meridiani energetici.
Integra con qualche seduta di shiatsu o tuina o cromopuntura cinese (che è quella che pratico io con buonissimi risultati) o meglio ancora applicazioni in moxibustione cinese per tonificare il Qi in deficit (tranquilli non sono previste torture!).
Poi restare tranquilli perché comunque fa parte del processo. Hai liberato tossine, vanno espulse. Quindi un po' di pazienza. Se i clisteri al momento ti danno più problemi che altro, sospendili. Inoltre tu li hai fatti con il bicarbonato, che secondo me non va usato per i clisteri. Infatti la flora intestinale è acidofila, cioè per ambiente acido. Tu l'hai alcalinizzato, eliminando tutta la flora intestinale. Questo secondo me ha contribuito molto. Sospendili e suggerisco di assumere Lifeplan Multidophilus non coltivato in culture di latte vaccino.

Conclusioni
Ringraziando S per averci permesso di approfondire un rapporto importantissimo tra alimentazione, stato di salute ed emotività. Vi faccio un'altro esempio. Ho le mie abitudini alimentari che sono tutt'altro che semplici. Cioè sarebbero semplici, ma non per il sistema sociale in cui viviamo. Se quindi per vari casi esco fuori dal mio schema ottimo, restando nell'ambito dei cibi che mangio di solito, quindi: mangio più abbondante, ad un orario serale più tardo, in combinazioni che non sono ottimali, la mi digestione rallenta. Quindi Milza-Stomaco e Fegato-Cistifellea sono messi a dura prova. Il mio umore cambia. Divento irritabile (emozione legata al Fegato), appesantito, mi cola il naso e mi lacrimano gli occhi (umidità in eccesso non gestita dalla Milza), divento preoccupato per piccole cose, riposo male e il mattino dopo ho un buco allo stomaco.

Insomma il modello a cui ci si potrebbe riferire è:

Cibo ==> Organi ==> Emozione

" come se togliere "strati" nella pancia, abbia fatto esplodere emozioni antiche che giacevano da tempo"

Inoltre le tossine sono l'ennesima cosa di cui l'organismo deve occuparsi, anzi direi la prima cosa! Maggiori sono, maggiore è il carico di lavoro degli organi emuntori (Fegato, Reni in primis). Casualmente con alimentazioni e abitudini di vita sbagliati siamo sempre aggressivi e pieni di ansie e paure. Queste le emozioni legate a Fegato e Reni... non è un caso!

Bene ho finito questo bel post sentito e ispirato e spero utile ai più per smettere di aver paura delle reazioni del proprio organismo ed iniziare un percorso verso la salute che passa con un corretto rapporto con cibo ed emozione.
E ricordate: l'organismo non vuole suicidarsi, vuole sopravvivere. Dategli più ascolto.

Un abbraccio a tutti e buona salute dal vostro Discepolo Nutrizionauta.
A presto

3 commenti:

  1. Salute e prosperità a chi della propria salute se ne assume la responsabilità :)
    12kg in due mesi ho perso seguendo un'alimentazione pressoché Ehretiana e con un pochino di sport. I latticini per fortuna non li consumo da anni così come anche gli insaccati. Ora senza cereali, pasta, farinacei e quel pochino di carne o uova mi sento veramente leggero come non mai. Ed ho scoperto che posso tranquillamente pranzare con una mela ed una banana ad esempio senza morire di fame.
    Volevo chiederti Discepolo: quanto ci metterò a disintossicarmi per benino se continuo a mangiare così dopo 30anni di onnivorismo? Ci sono dei segnali che ci dicono il nostro livello di pulizia generale o qualcosa che possiamo fare per accelerare o aiutare la disintossicazione? La lingua è super patinata ed alcuni giorni sono stanchissimo ma non desisto.
    Grazie mille di tutte le preziose informazioni che ci doni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simone. Grazie per i tuoi interventi sempre opportuni e stimolanti... Mi chiedi dei tempi di disintossicazione, ed io posso solo dirti che NON LO SO. Ognuno è diverso, ognuno ha una storia diversa... come si fa a dire. Bisogna capire anche il tuo stile di vita. Leggevo giorni fa di un messicano che pesava 130 Kg per 160 cm di altezza. in 18 mesi ha vinto competizioni di Body Building... Ha modificato l'alimentazione, ha iniziato ad allenarsi, ha cambiato atteggiamento mentale, ecc. Diciamo che smetti di lavorare e ti dedichi al 100% del tuo tempo al recupero di una salute perfetta. Nutrizione Sheltoniana, crudista integrale, attività sportiva, lavoro sull'energia (Qi Gong), meditazione, digiuni, trattamenti riequilibranti, ecc. Quanto ci si può impiegare a tornare in perfetta salute (ammesso che si possa)? è come ristrutturare una casa: se lo fai a tempo perso ci vuole 1 anno, a tempo pieno 2 settimane.
      Quindi quali segnali? maggiore energia. Lucidità ,mentale, maggiore serenità, meno sbalzi d'umore, di sicuro meno malattie (influenze, raffreddori, ecc) e meno acciacchi cronici (risoluzione di vecchi problemi), regolarità di corpo, buon appetito, desiderio di cibi sani e non dolce o salato, voglia di fare attività fisica, creatività più frequente, meno paura, più forza di spirito, ecc.
      La Lingua super patinata... questo è un post appost. Ti anticippo che Ehret la considera in un modo, la MTC in un altro... vedremo le differenze. Quello che devi sapere è che la patina ci deve essere ma sottile e chiara... quasi una pellicola semitrasparente. Il resto è un disequilibrio. Per la stanchezza è normale, in quanto l'organismo si sta abituando ad estrarre nutrienti da cibi nuovi. Tornando al post di questa pagina, la flora intestinale deve modificarsi nella sua popolazione. L'attività mitocondriale deve aumentare... ma ci vuole un po' di adattamento. Però un po' di deficit di Qi potrebbe esserci. Fai un po' di Qi Gong (esercizio cinese fisico combinato alla respirazione diaframmatica profonda). Al mattino è un toccasana.Troverai di sicuro giovamento: "l'ossigeno è la fonte di tutte le energie del corpo, averne tanto, in profondità e di buona qualità è fondamentale!". Ti auguro ogni bene. A presto, il tuo Discepolo Nutrizionauta.

      Elimina
  2. Intanto grazie per la lettura interessante del contesto e i nuovi elementi che mi hai dato. Mi hanno aperto gli occhi.
    In effetti l'uso del bicarbonato è stato talmente aggressivo, che se da un lato ha accelerato il processo di espulsione e pulizia da tossine e schifezze varie, dall'altro ha impoverito e indebolito gli organi e la fauna che guidano i processi digestivi.
    Infatti nei giorni successivi il mio organismo rifiutava qualsiasi cibo, a prescindere dalla tipologia, procurandomi gonfiori, nausee prolungate e malessere generale.
    Da qualche giorno sto assumendo l'aloe vera e l'epavis. il primo per ripristinare la flora intestinale e rafforzare le pareti. il secondo per ripulire e favorire il buon funzionamento di tutti gli organi preposti alla lavorazione e smaltimento cibo.
    Stanno funzionando molto bene, permettendomi di assumere cibi senza effetti collaterali e dando sollievo. Inoltre, come mi hai consigliato, sto facendo dei clicli di trattamento con un fantastico massofisioterapista giapponese di pressione e manipolazione delle energie del mio corpo. Una delizia!
    Si come dici tu, il processo una volta innescato va da sé. l'importante è lasciare che accada e rimanere sul pezzo. ed è bello ritrovare energie e pensieri diversi, facendo le medesime cose. Un dono prezioso!
    E' proprio vero che l'intestino è il nostro secondo cervello, luogo dell'intuizione e del riconoscimento di ciò che ci serve per stare bene. Dentro come fuori.
    Ciao
    S.

    RispondiElimina

Ti prego di non essere offensivo e di usare un linguaggio moderato. Non è consentito pubblicizzare prodotti o ditte specifiche. Se il tuo commento non rispetterà tali richieste, perdonami ma sarò costretto ad eliminarlo. Grazie.