The China Study: il salvavita

domenica 1 agosto 2010

Svegliati Neo.Toc Toc...

Mangiare sano ora è un disturbo mentale

Scusate amici miei, avevo salutato per le vacanze, ma questa ve la devo proprio raccontare.



Leggo sul mio sito di informazione preferito una notizia davvero divertente tratta da questo sito. In particolare si parla di malattia mentale, ma di una in particolare: la mania di mangiar sano.
Cioè?! Cioè se ti ostini a non mangiare ciò che trovi nei ristoranti, se smanii per mangiare frutta fresca biologica, se ami le verdure e proprio non riesci a mangiare carne. Se ti ostini a non voler ingurgitare cibi alterati, OGM, coltivati con le peggiori tecniche basate su idrocarburi (vedi i fertilizzanti sintetici), ecc. allora sei affetto da ortoressia nervosa. Lo dice il Guardian con più di un articolo (non li ho letti ancora però...). E' grave?... certo! si cura con psicofarmaci e può portare ad una consapevolezza troppo elevata da poter controllare.

Beh, io quando l'ho letto mi sono fatto davvero un mucchio di risate, però la cosa è serissima.

Questa è una guerra, e si combatte a suon di mal-informazione con chi la spara più grossa. Adesso ci vogliono far credere che voler evitare cibo malsano è una malattia mentale. Vuol dire che chi diffonde quest'informazioni è ormai disperato, in quanto anche un bambino si renderebbe conto, anche ammettendo tutte le dimostrazioni scientifiche del caso, che la sola affermazione è una follia. E quindi ci troviamo nel dare ascolto ad una affermazione folle su una follia! (e qui ci starebbe quel risolino folle e schizzato dell'immagine...ah Ah eh Eh eH HI hI).

Attenzione amici. Chi sono quelli che fanno questa cosa? beh cerchiamo di capire prima il contesto, poi lo giudichiamo:
  1. il biologico sta crescendo di quote di mercato del 20% annuo, anche con la grave crisi economica in atto
  2. metà dei paesi europei hanno rifiutato coltivazioni OGM per la pericolosità
  3. le persone che iniziano a nutrirsi sano (nell'ordine), vegetariani, vegani, crudisti e fruttariani, sviluppano una autocoscienza ed una percezione del mondo più profondi e d'insieme. 
Cioè le persone piano piano stanno diventando sempre più consapevoli ed incontrollabili. La situazione è critica, quindi ci provano: << facciamo sembrare questi "fanatici" dei malati, così arginiamo il problema. O al meno ci proviamo! >> devono aver pensato i capoccioni del marketing interpellati.

Ecco come la vedo io. Corporation, privati con fantastiliardi, logge massoniche, big pharma, food industries,  visto che il cambiamento è lento ma inizia a diventare sempre più visibile ed importante, tirano queste bordate, a volte anche al limite della credibilità.

Comunque vi invito a leggere le fonti direttamente così da farvi un'idea tutta vostra:
Ciao e buona lettura.

1 commento:

  1. ciao ste.
    Siamo in un mondo di pazzzzzi
    Se ti dovesse capitare per le mani il famosissimo DSM-IV, ovvero il manuale che cataloga tutti i distubi psichiatrici conosciuti, in continuo aggiornamento, sicuramente ti ci ritrovi in almeno un paio di diagnosi. Io l'ho sfogliato e... SONO PAZZOOOOO.
    Secomdo mè, chiunque legga il dsm ci si ritrova in almeno in qualcosa, quindi per gli psichiatri americani, merita sicuramente una dose che so... di diazepam, alprazolam, talofen o altro.
    Ma sai i fiori di back non danno dipendenza e non ingrassano le multi del farmaco. Bye

    RispondiElimina

Ti prego di non essere offensivo e di usare un linguaggio moderato. Non è consentito pubblicizzare prodotti o ditte specifiche. Se il tuo commento non rispetterà tali richieste, perdonami ma sarò costretto ad eliminarlo. Grazie.